Articoli

quadro elettrico industriale

Sicurezza dei quadri elettrici industriali: soluzioni avanzate di protezione

Chi può realizzare impianti elettrici industriali

In questo articolo scopriamo maggiori dettagli sulla sicurezza dei quadri elettrici industriali e sulle soluzioni per la protezione del quadro, dell’impianto, degli utilizzatori e dei lavoratori. Iniziamo ricordando che un impianto elettrico industriale può essere realizzato solamente da apposite imprese installatrici che devono necessariamente rilasciare, a lavoro finito, la Dichiarazione di Conformità. Questa viene rilasciata secondo il Decreto Ministeriale DM 37/08: la ditta si assume la responsabilità per aver realizzato l’impianto correttamente e a regola d’arte, rispondente a tutte le norme di prodotto e di installazione.

Normative per i quadri elettrici

Con la normativa CEI EN 61439 viene modificato il concetto di quadro elettrico e viene stabilita una serie di punti fermi. Il contenitore/involucro del quadro elettrico è stato distinto dall’equipaggiamento elettrico (apparecchi, connessioni interne e terminali di entrata e di uscita per il collegamento all’impianto). Tutto deve essere assemblato nel rispetto dei requisiti di sicurezza e adempiere in maniera ottimale alle funzioni per le quali è stato progettato. L’installatore, infatti, per ogni intervento che va oltre la manutenzione ordinaria, deve rilasciare e sottoscrivere una dichiarazione di conformità alla regola d’arte, indicando modifiche e componenti aggiunti o sostituiti. Anche i quadri elettrici sono sottoposti a specifiche norme e leggi che hanno lo scopo di:

  • guidare la progettazione, la realizzazione e l’installazione dei quadri;
  • garantire la sicurezza di chi li utilizza e degli ambienti dove sono posizionati;
  • promuoverne la funzionalità, le performance e la durata nel corso del tempo.
quadri elettrici industriali

Progettazione di quadri elettrici industriali: conformità normativa e sicurezza

I quadri elettrici e più in generale gli impianti elettrici industriali forniscono energia a macchinari e attrezzature utilizzati dalle aziende nel processo produttivo, la distribuiscono e la controllano. Devono quindi essere conformi a determinate normative, per garantire la sicurezza del personale e la continuità delle attività industriali.

I quadri elettrici industriali devono essere sempre mantenuti in buone condizioni, verificati e sottoposti a regolare manutenzione da parte di personale specializzato. Allo stesso modo, per garantire la sicurezza dei quadri elettrici industriali e degli impianti, è fondamentale che il personale che opera su di essi sia sempre formato e aggiornato. In questo modo si prevengono e si evitano tutti i tipi di incidenti tra cui cortocircuiti, esplosioni, incendi e danni alle attrezzature.

Normativa vigente

Gli impianti elettrici sono regolati dalle Norme IEC: regole internazionali che definiscono le prescrizioni di sicurezza per gli impianti elettrici industriali. Dalle norme internazionali IEC derivano quelle europee (CENELEC) e da esse quelle CEI, del Comitato Elettrotecnico Italiano.

Le norme CEI includono tutte le prescrizioni su come progettare, installare ed effettuare la manutenzione e la verifica degli impianti elettrici industriali e delle attrezzature elettriche utilizzate in questo ambito, proprio con l’obiettivo di garantire la sicurezza dell’impianto elettrico e il suo funzionamento adatto all’uso e al luogo previsto.

quadro elettrico industriale

Componenti essenziali dei quadri elettrici industriali

L’azienda FCE Srl si occupa con esperienza e professionalità della progettazione di quadri elettrici e di molte altre attività legate ai settori elettrici, elettronici e delle energie alternative. Tutti i prodotti della ditta sono personalizzati per rispondere efficacemente alle esigenze dei clienti, studiati per durare a lungo nel tempo ed essere efficienti e performanti.

Cos’è il quadro elettrico industriale

In questo articolo scopriamo cos’è il quadro elettrico industriale, mettendo in luce i suoi componenti fondamentali. Il quadro elettrico industriale è il vero e proprio cuore dell’impianto elettrico: attraverso di esso vengono alimentati tutti i collegamenti dei locali industriali, come le prese, gli interruttori e le macchine. Esistono vari tipi di quadri elettrici industriali tra cui: quadri elettrici di automazione, bordo macchina quadri elettrici per diagnostica di apparecchiature semplici o complesse, parti di cablaggi o macchine. Vediamo quali sono i componenti standard, ovvero quelli che si ritrovano in ogni quadro elettrico di base.

  • Il contenitore, chiamato anche involucro o porta, che protegge i componenti al suo interno, di forma e dimensioni differenti in base proprio al numero dei componenti che ospiterà. Il contenitore del quadro elettrico può essere da incasso, a parete, a pavimenti, da interni o esterni.
  • I supporti, posizionati all’interno del contenitore, che servono per installare i vari componenti. Consistono in profilati metallici DIN di misura standardizzata utile a posizionare ad incastro i componenti, che sono di tipo modulare.
  • L’equipaggiamento elettrico, che è costituito dagli apparecchi, gli interruttori, le connessioni interne e i terminali di entrata e di uscita per il collegamento all’impianto o a una sua parte. Le parti interne gestiscono la potenza da fornire alle apparecchiature, le parti di comando (sezione ausiliari), il PLC (quando presente), le morsettiere e altri componenti accessori.

Il quadro elettrico con tutti i suoi componenti specifici deve naturalmente essere installato e gestito da personale specializzato e qualificato seguendo i protocolli di sicurezza e verificando che rispetti le norme CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano). Dovrà inoltre essere corredato dalla documentazione necessaria: relazione descrittiva, schema elettrico e dichiarazione di conformità per gli impianti superiori ai 6 Kw di potenza.

quadri elettrici industriali

Quadri elettrici industriali: scopo e importanza nell’industria

I quadri elettrici industriali trovano vasto impiego all’interno delle aziende di tutti i differenti settori. L’automazione industriale è un ambito che esige alta tecnologia, ottime prestazioni, materiali di alta qualità e soluzioni efficienti: per questo, quando si parla di industria è importante realizzare quadri elettrici che rispondano alle esigenze dei committenti. I quadri elettrici industriali devono inoltre integrarsi alla perfezione con i sistemi già esistenti e presenti in azienda.

Il quadro elettrico è una parte fondamentale dell’impianto, rappresenta l’elemento di interfaccia tra l’uomo e il macchinario e può essere di automazione oppure di distribuzione. Viene impiegato per la gestione dei cicli produttivi, come quadro a bordo macchina o all’interno di macchinari industriali.

Quadri elettrici di automazione e distribuzione

I quadri elettrici di automazione hanno funzione di protezione, comando e controllo di macchine e/o processi. I quadri di distribuzione vengono installati a valle dei trasformatori di potenza BT e contengono, al loro interno, i principali interruttori generali di arrivo e distribuzione dell’impianto a bassa tensione.

Più in generale possiamo affermare che i quadri elettrici nel settore industriale sono di importanza cruciale perché hanno cambiato il modo di lavorare i prodotti garantendo un’ottimizzazione dei processi notevole e, di conseguenza, grande risparmio energetico.

FCE Srl è specializzata nella lavorazione conto terzi di quadri di distribuzione, power center, apparecchiature di controllo processo, quadri di comando, quadri di potenza, quadri di regolazione, pulpiti e cassette di comando, piastre a giorno.

I quadri elettrici industriali della nostra azienda sono in grado di garantire alti standard qualitativi e di efficienza. Lavoriamo in accordo con i clienti per soluzioni che offrano affidabilità e sicurezza, proponendo anche un’assistenza completa con controlli periodici e manutenzione.